Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

SPORT E INTEGRAZIONE

Lo sport ha il potere di cambiare il mondo. Ha il potere di suscitare emozioni. Ha il potere di unire le persone come poche altre cose al mondo. Parla ai giovani in un linguaggio che capiscono, Lo sport può creare speranza dove prima c’era solo disperazione. E’ più potente di qualunque governo nel rompere le barriere razziali. Lo sport ride in faccia ad ogni tipo di discriminazione.


(Nelson MANDELA)


Video promozionale #Fratellidisport - 60 secondi



Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e il Comitato Olimpico Nazionale Italiano rinnovano anche per il 2015 l’Accordo di Programma per la promozione delle politiche di integrazione nello sport.  Sti tratta di una cooperazione sinergica nata nel 2014 volta allo sviluppo di azioni finalizzate a favorire l’integrazione sociale della popolazione straniera attraverso lo sport ed a contrastare le forme di intolleranza e discriminazione razziale.

 L’obiettivo di questa edizione è quello di proseguire nel percorso intrapreso per diffondere i contenuti del Manifesto dello Sport e dell’Integrazione, redatto durante la scorsa edizione promuovendo un vero e proprio percorso di evoluzione culturale attraverso il coinvolgimento attivo e concreto del mondo scolastico e sportivo su tutto il territorio nazionale.





Il programma di azioni 2015 di “Sport e Integrazione” prevede tre principali ambiti di intervento:

CITTADINANZA SPORTIVA

Promozione di un percorso in grado di rimuovere i fattori che differenziano i giovani italiani e stranieri nell’accesso e nella pratica dell’attività sportiva in ogni contesto e a tutti i livelli.

CAMPAGNA EDUCATIVA

Rivolta alle scuole primarie nell’ambito del progetto di “Sport di Classe”, mirata a rafforzare negli alunni la consapevolezza dei valori del Manifesto. 

BUONE PRATICHE

Esperienze positive provenienti dalle varie realtà sportive in materia di sport e integrazione che il progetto mira a raccogliere, valorizzare e diffondere.

IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI
Nell'area delle Politiche Sociali, le linee di intervento dell'attività ministeriale si riferiscono all'indirizzo, programmazione, sviluppo, coordinamento, monitoraggio e valutazione delle politiche sociali. Più precisamente sono di competenza del Ministero la materia dell'immigrazione e la determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale.
La Direzione Generale dell'immigrazione e delle Politiche di integrazione si occupa del fenomeno migratorio sia con riferimento alle tematiche relative in generale all'immigrazione per motivi di lavoro, sia sotto quello cencernente le politiche di integrazione degli stranieri
IL COMITATO OLIMPICO NAZIONALE ITALIANO
Ente di diritto pubblico posto sotto la vigilanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri, è autorità di disciplina, regolazione e gestione delle attività sportive, intese come elemento essenziale della formazione fisica e morale dell'individuo e parte integrante dell'educazione e della cultura nazionale.

Nel perseguire i propri fini statuari, il CONI promuove la massima diffusione della pratica sportiva, anche al fine di garantire l'integrazione sociale e culturale degli individui e delle comunità residenti sul territorio, assumendo iniziative contro ogni forma di discriminazione nello sport



Ministero e CONI collaborano, in modo sinergico, al fine di favorire l'integrazione sociale dei cittadini stranieri attraverso lo sport contrastare le forme di discriminazione razziale e di intolleranza. Proprio lo sport infatti anticipa le tendenze positive di integrazione e la costuzione di un comune senso di appartenenza tra i giovani italiani e i loro coetanei provenienti da un contesto migratorio, con effetti positivi nelle relazioni interne alle comunità locali presenti sul territorio nazionale
il CONI e il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali considerano la promozione delle politiche di integrazione uno strumento prioritario per favorire la convivenza dei cittadini italiani e stranieri, nel rispetto dei valori sanciti dalla Costituzione Italiana, e per consentire allo straniero di partecipare alla vita economica, sociale e culturale della società. La finalità del progetto, nel 2015, è quella di proseguire nella cooperazione attivare una cooperazione sinergica nello sviluppo di azioni finalizzate a:
Contrastare le forme di discriminazione razziale e di intolleranza
Favorire l'integrazione sociale della popolazione straniera attraverso lo sport

ORGANISMI SPORTIVI

  • Federazioni Sportive Nazionali
  • Discipline Sportive Associate
  • Enti di Promozione Sportiva
  • Associazioni Benemerite
  • Gruppi sportivi civili e militari
  • Società sportive

OPERATORI DEL MONDO SPORTIVO

  • Dirigenti
  • Allenatori e istruttori
  • Atleti e praticanti
  • Volontari

SCUOLA

  • Alunni
  • Genitori
  • Dirigenti scolastici e insegnanti

L’edizione del progetto Sport e Integrazione 2014 si è incentrata sul fondamentale lavoro di redazione del Manifesto dello Sport e dell’Integrazione.

Il Manifesto è stato redatto da un Comitato Tecnico-Scientifico presieduto da Walter Veltroni e dai componenti Vincenzo Spadafora, Autorità Garante per l’Infanzia e per l’adoscelenza, Renato Villalta, Presidente della Virtus Pallacanestro Bologna, Vincenzo Iaconianni, Presidente Federmotonautica, Membro del Cda di Coni Servizi e Docente Università Europea di Roma e dall’olimpionica Diana Bianchedi. I suoi key message sono stati promossi e portati alla conoscenza del pubblico, attraverso una campagna di sensibilizzazione che si è sviluppata attraverso vari eventi.




Eventi nazionali

  • Conferenza Stampa di presentazione dell’accordo, svoltasi a Roma il 17 Aprile 2014 alla quale erano presenti le più alte cariche del CONI e del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, oltre ai rappresentanti del Comitato Scientifico che si è occupato della redazione del Manifesto.
  • Giornata dello Sport e dell’Integrazione, realizzata il weekend del 10 e 11 maggio 2014 sui campi dei principali sport di squadra (Calcio, Volley Maschile e Femminile, Basket e Rugby d’Eccellenza).
  • Workshop Sport e Integrazione, svoltosi il 28 maggio 2014 a Roma al Circolo del Tennis, che ha rappresentato un importante momento di confronto altamente interattivo e coinvolgente, teso a valorizzare best practices esistenti e significative e offrire testimonianze raccontate direttamente dalla voce dei “protagonisti”.Un ottimo risultato in termini di coinvolgimento dei più grandi esponenti del mondo sociale, istituzionale e sportivo Eventi territoriali

Eventi territoriali

  • Finali dei Campionati Sportivi Studenteschi di atletica leggera (nella sede de L’Aquila) e di pallavolo (nella sede di Chianciano Terme) che si sono svolte nel weekend del 24 e 25 maggio 2014
  • Educamp realizzati in 50 sedi in tutta Italia dai vari Comitati Regionali del CONI nei mesi di giugno, luglio e agosto 2014.
  • Giornata del CSI con il Papa, svoltasi a Roma sabato 7 giugno 2014, con attività dedicate a sport e integrazione all’interno del Villaggio dello Sport realizzato in Via della Conciliazione.
  • Game Open CONI: domenica 8 Giugno 2014, nello scenario dello Stadio dei Marmi, durante il Game Open realizzato dal CONI in occasione del suo Centenario, all’interno dell’intero villaggio, sotto la bandiera di “Sport e Integrazione” sono state ospitate iniziative di associazioni e onlus che, tramite lo sport, perseguono diverse finalità a carattere sociale.

Grazie agli Eventi realizzati e promossi attraverso il Progetto, oltre 70.000 persone, tra operatori sportivi, giovani, e famiglie, sono venuti a conoscenza dei temi e key message ispiratori del Manifesto. Un traguardo, per far conoscere al pubblico l’importanza dei temi dell’integrazione e inclusione sociale della popolazione straniera attraverso lo sport.




Concorso On Line

attivato dal 1° Giugno 2014 e sino al 31 Luglio 2014 promosso e realizzato attraverso il sito, ha visto gli autori delle prime 3 foto più belle legate alle tematiche del Manifesto premiati con n.2 biglietti per la Finale del Campionato del Mondo di Volley Femminile, svoltasi il 12 Ottobre 2014 a Milano.